CategoriaArticoli

Quando il gioco non è più divertente: il fenomeno del gioco d’azzardo

Questo articolo sul gioco d’azzardo è stato scritto dalla dott.ssa Carmen Di Rosa, psicologa, a cui ho chiesto gentilmente di scrivere qualcosa da poter postare sul mio sito.

Quello che state leggendo è il frutto di questa richiesta: una breve ma interessante introduzione alla definizione di gioco d’azzardo.

Alla fine dell’articolo vi lascio i contatti della dott.ssa Di Rosa, nel caso vogliate approfondire l’argomento, e la bibliografia. Buona lettura!

Continua a leggere
CategoriaArticoli

L’epidemia COVID-19 vista (e sentita) dagli occhi (e dalla pancia) di uno psicologo

Inizialmente non volevo scrivere questo articolo.

Non volevo scriverlo perché non volevo aggiungere l’ennesima voce al coro di voci che in questi giorni, anzi, in queste settimane stanno discutendo sul tema del Coronavirus.

Credo che sia un’opinione comune il fatto che siamo bombardati di articoli; reportage; statistiche; opinioni di esperti del settore, di politici, di professionisti che lavorano in ospedale.

Questo gigantesco flusso di informazioni può essere utile nella misura in cui il singolo individuo riesce a cogliere quella minuscola parte che gli permette di essere informato rispetto a ciò che sta accadendo nel resto del mondo, in modo obiettivo e senza costruzioni personali da parte dell’emittente del messaggio.

Continua a leggere
CategoriaArticoli

Il Coping Power Scuola: un modo intelligente per impostare la scuola del futuro

Giusto un mesetto fa ero su Facebook a badare agli affari miei quando ho notato l’immagine della locandina di un evento di formazione che si sarebbe tenuto presso la mia Università.

Spinto dalla curiosità legata al cercare di capire di cosa si trattasse, ho cliccato sul link in questione e, proprio in questo modo, sono entrato in contatto per la prima volta con il programma educativo Coping Power Scuola.

Dal cliccare su un’immagine su Facebook al convincermi a sacrificare un weekend della settimana per partecipare a tre giorni di formazione, con annessa spesa in denaro, ce ne passa: come potete immaginare, nella mia testa era appena iniziata una feroce battaglia tra l’idea di imparare qualcosa di nuovo ed il mio comodissimo divano.

Ci vado o non ci vado? Mah …

Complice il fatto che negli ultimi mesi ho ricominciato a dedicarmi al mondo della psicologia dello sviluppo, ho deciso di mettere da parte i miei sogni di ozio e pigrizia e di dare ascolto alla voce della mia curiosità.

Ho fatto bene? Assolutamente sì, sono stato contento di conoscere più da vicino il progetto del Coping Power Scuola, ed in cuor mio spero che la scuola del futuro abbia perlomeno una vaga somiglianza a questo programma educativo.

Continua a leggere