Un rimedio veloce per l’ansia? Respira! Consigli ed informazioni sull’ansia

Un rimedio veloce per l'ansia respira Consigli ed informazioni sull'ansia

Un rimedio veloce per l’ansia? Respira!

Per moltissime persone, l’ansia è una compagna stabile e fedele nelle loro vite: si comporta come un cagnolino che ci segue passo passo in molteplici situazioni ed in diversi contesti.

A volte si accontenta di stare lì tranquilla a guardarci, lasciandoci vivere la giornata così come viene: fa gli occhioni dolci in modo che possa essere ascoltata, ma in quelle occasioni basta girarci dall’altra parte per non vederla e non sentirla.

Altre volte, si mette ad abbaiare molto forte ed ecco che compaiono i soliti sintomi fisici che conosciamo molto bene: tachicardia, sudorazione, tremolii, sensazione di oppressione a livello del petto e dello stomaco.

Ognuno di noi sperimenta l’ansia in modi ed intensità differenti, ma esiste una cosa che ci accomuna: la respirazione può aiutarci ad abbassare il livello di tensione e costituisce un rimedio veloce per l’ansia.

Vuoi sapere come accade e come fare? Leggi l’articolo!

L’ansia è una emozione ed a volte vuole dirci qualcosa …

L’ansia è uno stato psichico che è connesso a tutta una serie di emozioni e di sensazioni.

Quando proviamo ansia tendiamo a sperimentare tutta una serie di sintomi sia a livello fisico, psicologico ed emotivo.

Come dicevamo all’inizio dell’articolo, l’intensità dell’ansia sperimentata dipende sia dalla nostra individualità e sia dal contesto.

Una situazione in cui non ci sentiamo in controllo di quello che sta succedendo è molto probabile che possa trasformarsi in una fonte di ansia.

Allo stesso modo, se ci sentiamo abbastanza sicuri di noi stessi e della nostra capacità di farcela anche di fronte ad una situazione difficile, allora l’ansia sperimentata sarà sicuramente minore rispetto alla possibilità di farci prendere dal panico.

Tuttavia, esistono delle situazioni di vita in cui l’ansia potrebbe diventare cronica: se il nostro stile di vita ci espone a stress continui, a lavori non appaganti, ad esami da superare e così via allora diventa più facile sperimentare l’ansia su base giornaliera.

Inoltre, molto spesso l’ansia diventa un campanello di allarme per avvertirci che c’è qualcosa che non va tra noi ed il contesto che ci circonda.

Potrebbe trattarsi di un conflitto interno alla nostra psiche, oppure di una situazione esterna molto difficile da gestire e che si protrae per molto tempo: sta il fatto che l’ansia, per quanto fastidiosa, sta lì per dirci che qualcosa non sta funzionando come deve e che probabilmente dobbiamo far qualcosa per cambiare le cose.

Come posso cambiare le cose? Come posso trovare un rimedio veloce per l’ansia?

Quando ci troviamo ad affrontare questi periodi difficili sembra molto difficile trovare una soluzione, men che meno trovare un rimedio veloce per l’ansia.

Che cosa fare?

Spesso, rivolgersi ad uno psicologo può essere un modo valido per esplorare il problema e capire meglio cosa c’è che non va.

Nel caso in cui avessimo già conoscenza di quello che non va e che vogliamo cambiare, allora lo psicologo può aiutarci a prendere consapevolezza delle risorse e degli strumenti che potremmo utilizzare per risolvere il problema.

Tuttavia, un ulteriore aiuto per la gestione dell’ansia che si accompagna benissimo all’aiuto psicologico è quello che ci proviene dalla respirazione.

Un rimedio veloce per l’ansia? Respira!

La radice linguistica tedesca dell’ansia è la parola “angst” che significa “soffocare nelle strettoie“.

Questa definizione ben si ricollega alle sensazioni fisiche che sperimentiamo quando proviamo ansia: spesso, infatti, le zone più colpite dal senso di oppressione tipico dell’ansia sono il collo, il petto e la vita.

Il diaframma è il principale muscolo respiratorio e la sua azione è notevolmente influenzata dagli stress emotivi, infatti esso reagisce alle situazioni di paura contraendosi.

Inoltre, la respirazione ha la capacità di abbassare notevolmente il livello di arousal e di attivazione corporea che sperimentiamo nelle situazioni di ansia: in parole povere, la respirazione ci aiuta a rilassarci ed a calmarci.

La calma indotta da una respirazione profonda, pacifica e ritmata è incompatibile con uno stato di ansia caratterizzato da palpitazioni, tachicardia, sudorazione e chi ne ha più ne metta.

Se è presente uno stato psicofisico come quello appena descritto non può esistere l’altro, e viceversa.

Il ponte che connette i due stati tra di loro è la respirazione, che permette il passaggio da uno stato di agitazione ad uno stato di calma.

Imparare a respirare in maniera profonda è uno degli obiettivi delle tecniche di rilassamento, di cui ho descritto i vantaggi in questo articolo.

La prossima volta che ti trovi a sperimentare ansia, prova questo semplice esercizio: mettiti seduta comoda, chiudi gli occhi e respira profondamente e lentamente, lasciando che l’espirazione sia più lunga dell’inspirazione.

All’inizio, farsi aiutare da un professionista potrebbe aiutarti molto, ma in generale gli effetti dovrebbero essere evidenti dopo una serie di cicli di respirazione.

Provalo e fammi sapere! 🙂

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo sui social con il pulsante apposito che trovi qui sotto ed a sinistra dell’articolo.

Se vuoi, puoi anche iscriverti alla newsletter cliccando sull’immagine che trovi a destra dell’articolo.

Alla prossima settimana per un nuovo articolo!

Dottor Antonello Mattia

About author View all posts

Antonello Mattia

Mi chiamo Antonello Mattia, sono uno psicologo ed organizzo corsi di rilassamento online e sul territorio di Roma e Castelli Romani.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *