Recensione: Le basi dell’ipnosi di Michael D. Yapko

recensione libro le basi dell'ipnosi michael d. yapko ipnosi

Recensione: Le basi dell’ipnosi di Michael D. Yapko

Questo articolo è il primo di una nuova rubrica del sito che dedicherò alle recensioni ed alla presentazione di libri ed in generale di opere che hanno a che fare con la gestione dello stress e le tecniche di rilassamento.

Lo scopo della rubrica sulle recensioni è quello di fornire una fonte di informazioni per coloro che vogliono approfondire i temi sopracitati e che vogliono saperne di più a riguardo, magari leggendo un buon libro.

Il primo libro che andrò a recensire è “Le basi dell’ipnosi” di Michael D. Yapko, un testo che ho trovato particolarmente illuminante e di cui consiglio volentieri la lettura.

Descrizione del libro

Come detto all’inizio dell’articolo, il libro si chiama Le basi dell’ipnosi ed è stato scritto da Michael D. Yapko, uno psicologo clinico americano che si occupa, tra i vari ambiti del suo lavoro, anche di ipnosi.

L’edizione che ho avuto modo di leggere è edita da Astrolabio ed è stata finita di stampare nel 2015.

Clicca su questo link per andare alla scheda del libro presente sul sito dell’editore.

Struttura del libro

Il libro è composto da 288 pagine divise in 18 capitoli.

I primi 8 capitoli compongono la prima parte del libro, che viene intitolata dall’autore con “Una personale prospettiva sull’ipnosi”.

La seconda parte del libro, che comprende i capitoli che vanno dal 9 al 18, è intitolata “L’ipnosi al lavoro” e rappresenta la parte più pratica del libro.

A chi è rivolto

Il libro è rivolto per la maggior parte a psicologi o figure professionali che si occupano di ipnosi.

Sicuramente questa è la categoria di persone che più delle altre riuscirà a trarre un giovamento dalla lettura del libro, tuttavia la grande mole di informazioni contenuta in esso può essere apprezzata anche da coloro non svolgono questo genere di professioni.

Il libro è consigliato anche per coloro che vogliono farsi una cultura sul tema dell’ipnosi, andando a sfatare tanti di quei miti che esistono intorno a questa tecnica.

Alcuni capitoli del libro sono proprio dedicati a questo, ovvero a confutare gli stereotipi che girano intorno al tema dell’ipnosi e sostituirli con informazioni sensate e con basi scientifiche e cliniche.

Temi trattati

Come è facile immaginare, Le basi dell’ipnosi di Michael D. Yapko si focalizza principalmente sul tema dell’ipnosi.

Il suo grande vantaggio rispetto a tanti libri che trattano l’argomento sta nel fatto che offre molti spunti pratici ed applicativi.

La prima parte del libro spiega molti concetti teorici legati all’ipnosi mantenendo un tono colloquiale e per nulla verboso.

Per questo motivo anche le parti teoriche sono facilmente leggibili e digeribili da coloro che non posseggono esperienze pregresse legate al mondo della psicologia.

Gran parte della prima sezione del libro ha l’obiettivo di chiarire specificatamente cosa è l’ipnosi e cosa non lo è: su questo secondo aspetto Michael D. Yapko ci si concentra in modo particolare.

Trovo che questa parte sia molto interessante perchè gli stereotipi sull’ipnosi sono tanti e l’autore si impegna a definire quello che in realtà è: una tecnica che ha i suoi pro ed i suoi contro, così come i suoi disparati ambiti di applicazione.

La seconda parte del libro è dedicata alla parte pratica e sicuramente è quella che risulterà più utile ai professionisti del settore.

Michael D. Yapko affronta il tema della pratica dell’ipnosi argomentando ogni singola fase del processo ipnotico.

Ogni fase dell’ipnosi, che va dalla presa in carico del paziente sino alla fine della seduta, viene analizzata e commentata secondo il punto di vista dell’autore.

Le informazioni a riguardo sono tante e gli spunti applicativi risultano essere molto utili.

Ho apprezzato particolarmente l’atteggiamento dell’autore che non si schiera per l’utilizzo di una tecnica o di un’altra, piuttosto invita il lettore a trovare la giusta modalità che secondo il suo senso clinico funzionerà maggiormente per i suoi pazienti.

Questa parte di “Le basi dell’ipnosi” elenca inoltre la maggior parte dei fenomeni ipnotici esistenti, che possono andare dall’induzione di una anestesia sino alla regressione ipnotica.

Viene affrontato anche il tema della strutturazione di una seduta di ipnosi, in cui l’autore esprime il suo punto di vista personale sul tema dell’organizzazione ideale di una sessione ipnotica.

Considerazioni finali

Sicuramente si tratta di un libro utile che consiglierei a chiunque voglia avvicinarsi al mondo dell’ipnosi a prescindere dalla motivazione.

I professionisti potranno trovare consigli e dritte su come strutturare meglio il loro lavoro, mentre il lettore occasionale potrà corroborare le sue idee sull’ipnosi e saperne di più a riguardo.

Se hai trovato utile la recensione, iscriviti alla newsletter del sito in modo da non perdere i prossimi articoli e recensioni che seguiranno.

Puoi iscriverti cliccando sull’immagine che trovi a destra dell’articolo!

Dottor Antonello Mattia

About author View all posts

Antonello Mattia

Mi chiamo Antonello Mattia, sono uno psicologo ed organizzo corsi di rilassamento online e sul territorio di Roma e Castelli Romani.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *