Impara a dire NO! Una guida per imparare a farsi rispettare

imparare a dire no imparare a farsi rispettare guida

Impara a dire NO! Una guida per imparare a farsi rispettare

Quante volte ti è capitato di dire di sì invece che no?

Quante volte sei stato/a male perchè ti sei ritrovato/a a fare una cosa che non volevi assolutamente fare ma hai accettato solo per fare contento il tuo partner o un amico?

Imparare a dire no è una prerogativa fondamentale per stare bene con se stessi e gli altri in qualsiasi contesto.

Imparare a farsi rispettare sul posto di lavoro, in famiglia, con gli amici utilizzando dei NO concisi e determinati è un’abilità che ti permetterà di far rispettare i tuoi bisogni ed avere relazioni più autentiche.

In questo articolo affronteremo proprio il tema dell’imparare a dire no e come possiamo fare per potenziare questa life skill così utile.

Di cosa si tratta?

Come dicevamo, imparare a dire no ed a sostenerlo fino in fondo è un’abilità essenziale per resistere allo stress.

È molto importante saper dire di no al momento giusto, ovvero quando sentiamo la necessità di comunicare un nostro bisogno o un nostro diritto .

Spesso, ignorare i nostri desideri cercando di non vederli o di negarlo è un modo per mettergli gli altri di fronte a noi nella scala dell’importanza personale.

Rispettare i propri bisogni e comunicarli agli altri è un atto di amore verso noi stessi, in cui decidiamo di rispettarci e di darci importanza e valore.

Molte persone credono erroneamente che agire in questo modo equivalga all’essere egoisti: niente di più sbagliato!

In realtà la persona che comunica i suoi bisogni e ne discute costruttivamente con l’altro è una persona che si colloca in una posizione matura e positiva, la quale potrebbe essere riassunta nelle seguenti parole:

“Io sento di avere valore ed anche tu ne hai, perciò ecco quali sono i miei bisogni: parliamone assieme costruttivamente come due persone alla pari.”

In sintesi, imparare a farsi rispettare significa porsi con l’altro in una posizione alla pari, invece che con atteggiamenti di dominanza oppure di sottomissione.

Si tratta di capire che abbiamo entrambi gli stessi diritti, perciò è giusto permettersi di esprimere i propri bisogni e di discuterne assieme.

Perchè le persone hanno difficoltà ad imparare a dire no?

Le persone che hanno difficoltà ad imparare a farsi rispettare spesso attribuiscono questa difficoltà ad una serie di ragioni.

Le più comuni sono le seguenti:

  • Sono ansiosi di piacere agli altri e spaventati dalla possibilità che possano essere rifiutati oppure esclusi;
  • Non hanno la giusta cognizione di quanti compiti e responsabilità possono portare avanti contemporaneamente con esiti positivi;
  • Avvertono senso di colpa se rifiutano di prestare aiuto;
  • Si sentono inferiori agli altri;
  • Non hanno fiducia nelle loro capacità di giudizio.

Spesso le persone che non riescono a dire no confessano di sentirsi colte alla sprovvista dagli eventi, come se non avessero la risposta pronta.

Per questo motivo, tendono ad avere un atteggiamento reattivo piuttosto che proattivo: invece che proporsi ed esprimere quello di cui hanno bisogno, hanno l’abitudine a reagire agli stimoli provenienti dagli altri in maniera passiva.

Quali sono i consigli utili per imparare a dire no?

Il primo consiglio utile, che è anche il più importante, è il seguente: esercitatevi ad esprimere i vostri bisogni.

Come dicevo all’inizio, imparare a dire no ed imparare a farsi rispettare sono due abilità comportamentali e come tali possono essere apprese tramite ripetizione.

All’inizio ci sembrerà sicuramente difficile e probabilmente proveremo moltissime emozioni contrastanti come sensi di colpa e disagio, ma col tempo diventerà sempre più naturale.

La naturalezza nell’esprimere i propri bisogni si accompagnerà alla sensazione di benessere che si ottiene quando si compie un atto di amore verso se stessi.

Il secondo consiglio si riallaccia al primo: non colpevolizzatevi per aver detto di no o per esservi fatti rispettare.

Ricordatevi che voi siete il miglior giudice che possa stabilire cosa è giusto aspettarvi da voi e cosa non lo è.

Inoltre, è importante ricordare che se rifiutiamo una particolare richiesta ciò non significa respingere la persona nel suo insieme.

Il terzo consiglio è il seguente: non chiedete scusa quando dite di no.

Se avete una motivazione per dire no e volete dirla potete farlo, ma non siete tenuti per forza a farlo.

Avete tutto il diritto di dire no senza sentirvi obbligati a dare spiegazioni, a giustificarvi oppure a scusarvi.

Mettete in atto questi tre consigli e vedrete che con l’applicazione e l’impegno impararete a rispettarvi di più ogni giorno che passa 🙂

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo su Facebook! Puoi farlo tramite il pulsante apposito che trovi sotto l’articolo ed a sinistra di esso.

Puoi anche iscriverti alla newsletter che trovi cliccando sull’immagine apposita a destra: riceverai settimanalmente gli aggiornamenti del sito (tranquillo, non si tratta di spam!).

Alla prossima settimana per un nuovo articolo!

Dottor Antonello Mattia

About author View all posts

Antonello Mattia

Mi chiamo Antonello Mattia, sono uno psicologo ed organizzo corsi di rilassamento online e sul territorio di Roma e Castelli Romani.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *